Ora lo shopping online è diventato “pazzo”

shopping-online

Per una volta è l’Italia a fare tendenza nell’ambito della tecnologia e dell’eCommerce: anche quest’anno, infatti, si è confermato il successo del Crazy Web Shopping, l’iniziativa voluta da Netcomm per promuovere il commercio digitale, con sconti e promozioni vantaggiose proposte da varie compagnie, valide solo per trenta ore.

La notte bianca dello shopping online

Fino a due anni fa, iniziative di questo tipo erano in qualche modo “importate” dall’estero e, prevalentemente, dagli Stati Uniti: parliamo in particolare di black friday e cyber monday, che capitano nelle settimane finali di novembre e danno il via al lungo periodo di acquisti natalizi. Per ravvivare un po’ il commercio anche in altre fasi dell’anno, però, il consorzio del Commercio elettronico Netcomm ha deciso di sperimentare nel 2015 questa nuova proposta, che ha subito conquistato imprese e clienti, con la partecipazione di oltre 150 siti shopping digitale e un totale di oltre un milione di acquisti nelle 30 ore.

30 ore di promozioni

Arrivato al terzo anno di vita, il Crazy Web Shopping ha ulteriormente aumentato la sua importanza: l’edizione 2017, programmata per l’ultimo weekend di giugno, ha portato in su l’asticella della quantità e della qualità delle vendite, canalizzate attraverso più di un centinaio di aziende italiane, tra cui grandi nomi di vari settori merceologici, come Feltrinelli, Mondadori, Ovs, Just Eat, Pompea e così via, che hanno aderito all’iniziativa con saldi in anticipo e validi solo online.

Il risparmio economico

Se infatti la stagione degli sconti estivi è iniziata ufficialmente solo il 2 luglio, l’anteprima di fine giugno ha fatto bene ai consumatori tecnologici italiani, che si sono fiondati ad approfittare delle offerte in scadenza temporale, con riduzioni sui prezzi che sono state stimate in una forbice tra il 40 e l’80 per cento rispetto a quello “tradizionale”.

I punti di forza

Altro punto di forza di Crazy Web Shopping sta nell’organizzazione messa in atto da Netcomm, che ha preparato degli importanti strumenti per i consumatori per supportare gli acquisti online e per garantire la necessaria sicurezza delle operazioni, come i Sigilli di qualità che certificano l’affidabilità del sito e-commerce su cui stanno per acquistare. Questi elementi, uniti al coinvolgimento delle realtà più dinamiche, innovative e motivate che operano online, sono riusciti a convincere sia i clienti ormai avvezzi alle transazioni digitali che le persone ancora poco esperte del Web, attratte anche dalla grande convenienza in termini economici.

Vantaggi per tutti

D’altra parte, come confermato dal presidente di Netcomm, Roberto Liscia, è in atto “un cambiamento profondo nelle modalità di fare shopping degli italiani”, che i numeri evidenziano in maniera perentoria: il valore degli acquisti online nel nostro Paese raggiungerà a fine anno i 23 miliardi di euro, con una crescita del 16% rispetto all’anno scorso. Di pari passo, “anche gli e-shopper si sono evoluti e si aspettano oggi un servizio in tempi rapidi, geolocalizzato e orientato a soddisfare anche i bisogni più immediati”, e l’esperienza del Crazy Web Shopping va proprio nella direzione di creare un canale tra le aziende che hanno abbracciato il digitale, comprendendone le potenzialità, e i consumatori online, che possono beneficiare di un’occasione unica e appagante per completare i propri acquisti.

Sfruttare le occasioni

Per chi avesse perso l’occasione del Crazy Web Shopping, comunque, non c’è da disperarsi: la manifestazione infatti dovrebbe ritornare a novembre (orientativamente a metà mese), ma intanto ci sono comunque interessanti strategie di risparmio da mettere in atto. Innanzitutto, come ricordato, siamo nel periodo dei saldi estivi, che genera riduzioni anche nello shopping online; inoltre, come sempre più italiani hanno imparato, sulle piattaforme come www.piucodicisconto.com è possibile ritrovare sconti e coupon promozionali da applicare sui siti di eCommerce in ogni momento dell’anno, sfruttando anche marchi come Unieuro che non partecipano alla “notte bianca” degli acquisti online in Italia.

Commenti chiusi.